Menu Content/Inhalt
Home arrow Attivitą Lab. di Ricerca arrow Seminario Professor Panico

Seminari Laboratori

«Maggio 2017 
LunediMartediMercolediGiovediVenerdiSabatoDomenica
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031       
Seminario Professor Panico PDF Stampa E-mail

I SEMINARI DEI LABORATORI DI RICERCA “RE ARTU”

Mercoledì 22 Aprile 2009
ore 14.30
Aula Francesco Crucitti

L’IDENTIFICAZIONE DELLE CAUSE DELLE MALATTIE CARDIOVASCOLARI
NEGLI STUDI EPIDEMIOLOGICI DI NUOVA GENERAZIONE

Prof. SALVATORE PANICO

Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale, Università di Napoli
e Department of Social and Preventive Medicine, University at Buffalo, N.Y., USA

All’inizio degli anni 2000 si è sviluppata in Italia una collaborazione fra centri di ricerca per avviare un grande studio prospettico che fosse in grado di rispondere a quesiti di ordine eziologico e patogenetico sulle malattie cardiovascolari. L’occasione è stata data dalla collaborazione nazionale dei centri coinvolti nello studio EPIC (European Investigation into Cancer and Nutrition), che rimane tuttora il più grande studio epidemiologico sulle cause del cancro in Europa. E’ stato così possibile approfittare dell’elevata qualità di rilevazione delle informazioni e dei dati sullo stile di vita (soprattutto alimentare), della definizione degli end-point di malattia e della presenza della banca di campioni biologici, includenti DNA, per rispondere anche agli obiettivi di uno studio cardiovascolare.
Il progetto cardiovascolare, denominato EPICOR, ha già fornito in una prima fase importanti indicazioni (anche se ancora preliminari) sulla relazione tra abitudini alimentari e malattie cardiovascolari in Italia, osservando circa 50.000 persone residenti in varie aree italiane (Torino, Varese, Firenze, Napoli e Ragusa). E’ venuta la conferma della potenzialità preventiva di  abitudini alimentari legate alla tradizione mediterranea anche negli anni 2000, quando l’alimentazione è completamente cambiata rispetto alle prime osservazioni fatte negli anni 50 e 60. Lo studio EPICOR affronta ora una nuova fase che includerà indagini sull’assetto genetico, con l’obiettivo di identificare suscettibilità genetiche e interazioni tra queste e abitudini alimentari o altre caratteristiche di rischio cardiovascolare. L’implementazione del progetto sta avvenendo in stretta collaborazione con centri di ricerca di eccellenza sulle malattie croniche, che hanno fatto partire nuovi studi prospettici di popolazione con obiettivi analoghi, come il Progetto Moli-sani.
La costituzione di banche dati comuni e di accesso comune a materiale biologico, incluso quello genetico, contribuirà ad un salto decisivo di conoscenza sulla malattia cardiovascolare, in particolare nella popolazione italiana.

 
< Prec.   Pros. >
Scarica con il tasto destro il video Moli-sani
Moli-sani