Menu Content/Inhalt
Home arrow Orizzonte Ricerca arrow Cancro, un aiuto anche dal vino texano

Cancro, un aiuto anche dal vino texano PDF Stampa E-mail

 Sono ben noti ormai da tempo gli effetti benefici del vino sulla salute umana. La preziosa bevanda, infatti, è ricca di numerose sostanze che si sono rivelate particolarmente utili nella lotta ai tumori.

E questi effetti benefici, che non possono che essere ben visti dai viticoltori di tutto il mondo, lo sono ora anche dagli agricoltori texani. Recenti studi promossi dal Texas Department of Agriculture dimostrano infatti come i vini prodotti nello stato americano rientrino a pieno titolo tra quelli capaci di rallentare i processi tumorali.
La ricerca, realizzata da Susanne Talcott su centinaia di campioni viticoli e presentata al Texas Viticulture and Enology Research Symposium, conferma infatti i benefici apportati dalla bevanda, se abbinata ad un consumo moderato e ad una dieta ben bilanciata.
Il vino, in particolar modo quello rosso, è in grado di rallentare lo sviluppo del cancro, oltre ad avere altre qualità positive sulla circolazione del sangue e sulla salute in generale. “Le cellule tumorali”, spiega la Talcott, “crescono incontrollatamente; i composti presenti nel vino sono in grado di interagire con queste cellule e rallentarne o addirittura bloccarne lo sviluppo”. Cosicché il vino assume un ruolo importantissimo nella prevenzione del cancro, che va ben oltre il semplice carattere degustativo della bevanda.
Ma i benefici del vino non finiscono qui. I polifenoli, come il ben noto resveratrolo, svolgono una importante funzione nella regolazione del flusso sanguigno, contribuendo alla diminuzione della pressione arteriosa, del colesterolo e del peso corporeo oltre al controllo dei livelli di glucosio ed insulina nel sangue.
 “Questo studio -afferma la Talcott- non è che l’inizio di una ricerca che approfondirà le conoscenze sulle qualità del vino per poterne migliorare la produzione ed i benefici”.
C’è da sottolineare come lo studio americano non contenga risultati davvero nuovi, visto che le proprietà benefiche del vino, bevuto in moderazione, sono studiate da tempo, soprattutto in Europa. Ma l’interesse dei ricercatori d’oltreoceano dimostra come le proprietà del bere in moderazione vengano sempre più prese sul serio, contrapposte a volte ad altri atteggiamenti che vedono nelle bevande alcoliche solo un pericolo e nulla più. Lo studio inoltre è un esempio di come ricerca e mondo produttivo vitivinicolo possano andare di concerto con reciproco vantaggio. Per lo meno in Texas…

Carmine Mattia
ITAS Pertini

Leggi qui l'articolo della ricerca in inglese

 
< Prec.   Pros. >
Scarica con il tasto destro il video Moli-sani
Moli-sani