Menu Content/Inhalt
Home arrow Attività Culturali arrow Quaresima 2005 arrow n° 11 - QUAR05 mercoledì 23 febbraio 2005

n° 11 - QUAR05 mercoledì 23 febbraio 2005 PDF Stampa E-mail

IL DIGIUNO OGGI ...

"Un modo anche di condividere con semplicità e immediatezza
i beni di questa terra,
dati a noi perchè diventino di tutti e non di pochi.

Un modo di richiamare la nostra vigilanza
sul fatto che l'astensione da praticare
non è solo e tanto quella da un boccone di cibo,
ma dal nutrirsi dell'ingiustizia,
dall'ingrassare in potere e ricchezza a spese degli ultimi,
dall'ignorare il fratello nel bisogno.

Digiuno e astinenza dalle carni significano allora
cessare di divorare la carne del povero,
lottare perchè tutti possano avere del pane,
battersi perchè malattie devastanti vengano debellate ovunque
e non stornate dai nostri Paesi verso altre regioni,
come fastidiosi uragani,
interrogarsi sulle ingiustizie quotidiane
che avvelenano la vita degli uni
e consolidano lo star bene degli altri.

Oggi, come ai tempi di Isaia e di Amos,
è questo il digiuno più difficile da vivere,
il più raro da incontrare,
ma oggi come allora
è l'unico gradito al Signore".


Enzo Bianchi  - Avvenire 08-02-05, p.23.

 
< Prec.   Pros. >
Scarica con il tasto destro il video Moli-sani
Moli-sani