Menu Content/Inhalt
Home arrow Orizzonte Ricerca arrow Sudare a scuola (tutto sommato) fa bene

Sudare a scuola (tutto sommato) fa bene PDF Print E-mail

 Le ore di educazione fisica a scuola servono o no? Una review di oltre cento pagine ha passato al setaccio l’efficacia dei programmi scolastici in materia di attività fisica cercando di dare una risposta all’interrogativo.

I ricercatori della McMaster University, Canada, hanno infatti preso in esame 26 studi sull’argomento tentando di capire quanto l’esercizio fisico praticato tra le mura delle scuole di mezzo mondo riuscisse di fatto a modificare alcuni fattori di rischio dei ragazzi oppure a spingerli a muoversi anche al di fuori della scuola.
Il quadro che ne viene fuori non è poi così catastrofico come ci si potrebbe aspettare. Lo scenario di partenza, d’altra parte, non è certo a favore. “L’Organizzazione mondiale della sanità - commentano i ricercatori canadesi - stima che quasi due milioni di morti nel mondo sono causate da mancanza di attività fisica. Le malattie croniche associate allo scarso esercizio includono cancro, diabete e malattie cardiovascolari”.
Eppure, pare che la scuola riesca a scongiurare almeno in parte un destino che molti considerano inevitabile. Per lo studio, pubblicato sulla rivista Cochrane database of systematic reviews, i programmi di educazione fisica riescono infatti a migliorare alcuni parametri come durata dell’attività fisica, tempo trascorso davanti alla Tv, colesterolo e capacità polmonare.
Deludenti invece gli effetti registrati sul fronte del Bmi (indice di massa corporea) che non sembra migliorare nonostante le ore passate in palestra. In altre parole, il peso dei ragazzi non subisce variazioni. Cosa preoccupante, visto che i ragazzini obesi sono ottimi candidati per le malattie cardiovascolari una volta diventati adulti. In ogni caso c’è sempre tempo per migliorare la macchina inceppata. “Le scuole devono continuare i loro programmi di salute - dice Maureen Dobbins, principale autore dello studio - Queste attività potrebbero però essere migliorate con la presenza di personale specializzato, e anche genitori e insegnanti dovrebbero ricoprire un ruolo propositivo”.

Leggi qui l'abstract della ricerca in inglese

Dobbins M,De Corby K,Robeson P,Husson H,Tirilis D. School-based physical activity programs for promoting physical activity and fitness in children and adolescents aged 6-18. Cochrane Database Syst Rev. 2009 Jan 21;(1):CD007651

 
< Prev   Next >
Scarica con il tasto destro il video Moli-sani
Moli-sani